Didamatica 2019: la parola ai Relatori Giovanni Arduini e Diletta Chiusaroli

Titolo: La Realtà Aumentata e l’apprendimento esperienziale

Abstract: Sovrapponendo il mondo reale con uno strato digitale interattivo, la realtà aumentata ha il potere di liberare l’educazione dai modelli convenzionali e limitati di insegnamento che vedono lo studente principalmente come un semplice destinatario di ciò che viene trasmesso.
La realtà aumentata cambia il modello in uno in cui gli insegnanti diventano facilitatori e guide, accompagnando gli studenti in percorsi condivisi di scoperta interattiva. I discenti di qualsiasi età acquisiscono le conoscenze in modo più profondo quando imparano attraverso esperienze interattive e multisensoriali, invece di ascoltare semplicemente qualcuno o leggere libri di testo. La bellezza della realtà aumentata nell’educazione è che può portare l’apprendimento esperienziale in classe, ad esempio trasformando i libri di testo in rappresentazioni 3D degli argomenti di apprendimento, estendendo al contempo quelle esperienze nel mondo esterno alla classe.
Molti docenti lamentano sempre più la disattenzione degli studenti in classe. La motivazione potrebbe essere che sono annoiati dai metodi tradizionali di insegnamento. Molto spesso si può notare quanto facilmente i bambini vengano distratti/attratti da smartphone e tablet. Possiamo facilmente immaginare cosa succederebbe se potessimo sfruttare questi dispositivi nei processi di apprendimento.
Tutti sappiamo che ricordiamo meglio ciò che vediamo invece di ciò che ascoltiamo o facciamo. La realtà aumentata sta dimostrando proprio questo. Con le app di AR una vista 3D aiuta gli studenti a capire meglio. Tuttavia, ci sono educatori che credono che la tecnologia stia rovinando la nostra generazione. Non possiamo impedire ai bambini di usare gli smartphone ma possiamo assicurarci che non stiano rovinandosi la vita a causa della tecnologia.
Possiamo indicare almeno cinque motivi per cui le app di AR possono rivelarsi indispensabili per gli studenti:

  1. Una migliore spiegazione dei concetti complessi e astratti. Non c’è dubbio che gli studenti hanno la possibilità di capire meglio un concetto nel momento in cui lo visualizzano nella realtà. Soprattutto per gli argomenti difficili, i discenti imparano più rapidamente attraverso le rappresentazioni tridimensionali.
  2. Coinvolgimento degli studenti elevato. L’apprendimento dell’AR fornisce un approccio gamificato all’apprendimento; che rende le lezioni divertenti. Di conseguenza, ha un impatto positivo sugli studenti e li tiene impegnati.
  3. Nessun altro strumento richiesto. Oggi, il 95% degli adolescenti possiede uno smartphone . Questo può essere usato anche per ottenere risultati in termini costruttivi. Per i genitori e la scuola non è necessario sostenere ulteriori spese per acquistare strumenti per l’apprendimento e l’insegnamento interattivi.
  4. Conoscenza pratica. Gli studenti possono eseguire esercitazioni pratiche senza alcuna necessità di particolari attrezzature di laboratorio.
  5. Apprendimento accessibile. Con le app AR gli utenti possono apprendere sempre e ovunque dai loro smartphone. È il modo migliore per sostituire libri di carta, poster, enormi modelli fisici ecc.

Inoltre, una nuova frontiera di ricerca è quella relativa alle applicazioni della Realtà Aumentata in ottica inclusiva, grazie alle quali è possibile migliorare gli interventi educativi nei confronti di alunni con Bisogni Educativi Speciali che proprio grazie all’apprendimento esperienziale consente loro di approcciare più facilmente ai contenuti didattici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...